Home / Pianeta genitori / I diritti della maternità / Adozione internazionale

Adozione internazionale

Adozione internazionale

Tempi dimezzati e iter semplificato per chi sceglie di diventare genitore di in minore straniero. Infatti per chi vuole adottare un bambino straniero, oggi, è tutto più facile. Se fino a qualche anno fa una coppia che intendeva adottare un figlio doveva aspettare 3 o 4 anni, oggi si può risolvere tutto nel giro di un anno.

Una coppia che desidera dare il proprio amore ad un figlio è già pronta ad adottare. Negli ultimi anni sono diminuite le adozioni internazionali dei bimbi in quanto i tempi sono lunghi e i costi di tutto l’iter burocratico è aumentato. Ma questa diminuzione di richieste ha portato un vantaggio in quanto le pratiche di idoneità all’adozione presso i Tribunali dei minori, attualmente, vengono evase più velocemente.

Chi vuole intraprendere la strada dell’adozione internazionale deve, per prima cosa, affidarsi ad un ente di provata esperienza. Soltanto così si è sicuri di essere seguiti nel migliore dei modi e da personale preparato. Secondo, scegliere un ente che garantisca un opportuno percorso di accompagnamento all’adozione che forniscano sostegno e consulenza psicologica.

Il costo dell’iter dall’inizio alla fine dipende dall’ente e dal Paese prescelto. In media dai 15 ai 3 mila euro.
Per la scelta del Paese giusto è bene affidarsi ai consigli dell’ente che gestirà le pratiche: a seconda del momento ci sono Paesi che chiudono o rallentano le adozioni, altri che le facilitano per cui è bene non partire con una idea fissa in testa.

In Italia nel 1911 le richieste di adozioni sono state 3.154. Il 77% ha chiesto di poter adottare un solo bambino, il 19% due bambini e il 4% tre o più bambini.