Home / Pianeta mamma / Alimentazione in gravidanza / Cibi, alimenti e bevande da stare alla larga
Cibi, alimenti e bevande

Cibi, alimenti e bevande da stare alla larga

Cibi, alimenti e bevande da stare alla larga

State alla larga dai Cibi, alimenti e bevande. Per nove mesi tutto quello di cui si alimenterà la mamma, nutrirà non soltanto lei ma anche il suo bambino attraverso il cordone ombelicale: è necessario quindi adottare una dieta adeguata.

Vi sono degli alimenti che potrebbero sembrare innoqui ma che in gravidanza è doveroso evitare perchè possono danneggiare la salute del bebè.

Bisogna fare particolare attenzione a questi cibi:
pollame: deve essere ben cotto altrimenti si può andare incontro alla salmonella (vomito, diarrea e febbre alta);
carni: è preferibile lasciarle cuocere qualche minuto in più al fine di evitare la toxoplasmosi (mal di gola, dolori muscolari, problemi alla vista, infiammazioni alle ghiandole del collo, febbre alta);
carni trattate: sono carni affumicate,salate o essiccate al sole. Essendo soggette ad un trattamento con nitriti, è bene evitare di mangiarle se non in quantità minime;
uova crude: è preferibile consumarle sode, fritte e ben cotte per evitare il rischio della salmonella; anche gli alimenti apparentemente benefici come budini, maionese, gelati con la panna sono da bandire;
prosciutto crudo: se non si è immunizzati alla toxoplasmosi, è sicuramente proibito;
formaggio poco stagionato: i formaggi teneri come il brie e il camembert potrebbero provocare la listeriosi ( mal di testa, febbre, diarrea, dolori muscolari );
affettati affumicati: per affumicare vengoni usati prodotti chimici che possono oltrepassare la placenta e nuuocere al feto. Eliminare salmone e affettati affumicati;
caffè : non bisogna bere più di due tazze di caffè al giorno in quanto il caffè contiene la caffeina, un eccitante che, superando la placenta, raggiunge il feto influendo sulla sua frequenza cardiaca e sulla sua respirazione.