Home / Pianeta mamma / Dolce attesa / Insonnia e i disturbi legati al sonno

Insonnia e i disturbi legati al sonno

Insonnia e i disturbi legati al sonno

Durante la gravidanza è normale che la futura mamma possa soffrire di insonia e disturbi legati al sonno a causa delle modifiche ormonali che l’organismo femminile subisce e dello stato emotivo legato a questa condizione.

Negli ultimi mesi di gestazione, i disturbi legati al sonno dipendono dall’aumentato di peso del pancione oltre che dall’ansia per l’attesa dell’evento parto.

Infatti si puo facilmente capire come la mamma abbia difficoltà, quando dorme, di assumere determinate posizioni sia per l’ingombro della pancia sia per la paura di comprimere il feto.

Duranta la gravidanza possono inoltre, presentarsi due disturbi in grado di interrompere il sonno:
i crampi che provocano dolori lancinanti ai piedi, ai polpacci e alle cosce. E’ un disturbo che si presenta di solito la notte, soprattutto al settimo e ottavo mese.

I crampi sono dovuti alla carenza, nel sangue, di alcuni minerali che ne modificano la circolazione.
Per far passare il dolore, massaggiare la parte colpita dal basso verso l’alto, al fine di favorirne il rilassamento. Se si soffre di crampi è opportuno camminare una quindicina di minuti prima di mettersi a letto.

– la sindrome delle gambe senza riposo è caratterizzata da movimenti delle gambe che si verificano ogni 20-60 secondi risvegliando bruscamente la futura mamma. Per trovare ristoro, bisogna alzarsi e camminare.

Per favorire il riposo notturno, poichè in gravidanza non è consigliabile assumere farmaci, si possono utilizzare diverse strategie:
– dedicarsi ad attività rilassanti quali la lettura, il ricamo, ascoltare musica, guardare la tv;
– un bel bagno tiepido;
– evitare sonnellini pomeridiani;
– una salutare camminata;