Home / Pianeta genitori / Benessere e vita familiare / Mamme e green style, per vivere in un mondo sostenibile

Mamme e green style, per vivere in un mondo sostenibile

Mamme e green style, per vivere in un mondo sostenibile

Una volta genitori e nonni ammonivano figli e nipoti con espressioni come “Spegni la luce quando esci dalla stanza!”, un monito utilizzato più per risparmiare sulla bolletta che per un moto di coscienza ambientale.

Al giorno d’oggi la situazione è molto cambiata e si sta sviluppando una sorta di interesse responsabile verso l’ambiente molto forte, orientato verso un aumento della sostenibilità della vita quotidiana, vista come valore aggiunto fondamentale per un’alta qualità di vita, soprattutto per i minori.

Se da un lato le istituzioni stanno lavorando per adeguare le strutture, il sistema di trasporti e la gestione stessa delle città agli elevati standard di sostenibilità imposti a livello mondiale dal protocollo di Kyoto (i cui lavori proseguiranno anche oltre la data stabilita inizialmente, prolungandosi sino al 2050), va considerato anche che, a livello individuale, soprattutto nell’intimo della propria casa, è possibile fare molto per rendere green la propria vita quotidiana e soprattutto quella dei propri figli.

Scegliere elettrodomestici a basso consumo, usare lampadine a risparmio energetico, adottare piccoli accorgimenti per ridurre i consumi e non sprecare acqua, sono tutte possibilità concrete e alla portata di ogni famiglia, espedienti che possono contribuire a produrre risultati interessanti per l’ambiente circostante ma anche per se stessi (basti pensare al risparmio economico sulle bollette).

La tutela della salubrità dell’ambiente domestico, ideale per la sicurezza dei bambini può essere garantita in svariati modi, che vanno dalla scelta di detergenti organici per le pulizie (è possibile preparare prodotti anche in casa), evitare l’uso di pesticidi in giardino o nelle stanze per eliminare la presenza di insetti, scegliere con cura pentole e utensili da cucina e infine curare l’alimentazione, preferendo prodotti biologici e a chilometro zero.

Le ultime tendenze in tema di vita sostenibile privilegiano il fai-da-te: orto personale (se ne può allestire uno anche su un balcone o addirittura in verticale su una parete), prodotti per l’igiene e cosmetici senza profumo (meglio ancora se auto-prodotti in casa), abiti in tessuti naturali e più i generale oggetti di uso quotidiano il più possibile privi di coloranti artificiali e materiali sintetici.