Home / Tempo libero / Vacanze al mare o in montagna: un'ardua decisione / Zoo e Parchi Tematici sulla cresta dell’onda in Toscana

Zoo e Parchi Tematici sulla cresta dell’onda in Toscana

Zoo e Parchi Tematici sulla cresta dell’onda in Toscana

La passione di noi esseri umani per gli altri “coinquilini” del pianeta terra si esprime in varie forme. Il web, luogo per antonomasia di tendenze e progetti magari un poco bizzarri ne ospita molti. L’ultimo progetto nato su internet che coinvolge gli amici a quattro (e non solo) zampe è quello del grafico e fotografo spagnolo Yago Partal  chiamata “Zoo Portraits”.

Si tratta di una serie di simpatiche elaborazioni che vedono animali di tutti i tipi: volpi, lupi, linci, bradipi, rane, aquile e molti altri abbinati a combinazioni di abbigliamento fashion. Somigliano molto a foto di curriculum o foto di profili social “serie” in cui la testa dell’animale appare insieme al mezzobusto “umano” vestito di camicia, giacca e cravatta, o sciarpe, pashmine, bomber, maglioni…
Le simpatiche facce animali sicuramente avranno una grande diffusione ed il progetto non mancherà di far parlare di se in giro per il mondo social. Oltre all’ilarità suscitata dalle immagini c’è da aspettarsi che gli Zoo Portraits generino curiosità ed interesse sugli animali stessi e che inizierà la “caccia grossa” su Google a questi animali: ognuno vorrà sapere tutto sul suo animale preferito, e come e dove vederlo. Uno dei luoghi italiani in cui potrete trovare quasi tutti gli animali ritratti negli Zoo Portraits è lo Zoo di Pistoia.
Qui si trovano praticamente tutti i grandi mammiferi: leoni, leopardi, giraffe, elefanti, orsi, ma anche animali rari come il markhout, una grande capra delle steppe asiatiche che sfoggia meravigliose corna a spirale o il manul, un indomito (a dispetto dell’aspetto paffutello) gatto selvatico delle steppe, tra gli animali più rari da vedere appartenente una razza di felini antica da cui discendono i nostri mici domestici.

Non mancano simpatici pinguini, rane, tartarughe, uccelli esotici, misteriosi lemuri…tutti disposti in aree studiate per riprodurre il più possibile un ambiente naturale. Ideale per grandi e piccini se state programmando una visita online è possibile trovare su Groupon o altri siti di deals, coupon e biglietti per lo Zoo di Pistoia a prezzi ridotti rispetto al costo del biglietto di 14,50€. Un altro consiglio per chi lo visita: portate monetine da venti centesimi, dato che nei percorsi del parco è possibile trovare dei dispenser di mangimi per dare da mangiare agli animali! Un vero divertimento per i bambini.

Se invece dei grandi mammiferi preferite piccoli insetti, a Collodi, sempre nei pressi di Pistoia, si può visitare la Casa delle Farfalle, un edficio-serra di pietra gioiellino architettonico nato per ospitare un migliaio di farfalle da tutto il mondo che potrete osservare in tutte le loro fasi vitali e soprattutto, in tutte le loro meravigliose geometrie e colori delle ali. Un luogo che merita di essere visitato, inserito nel contesto del Giardino Garzoni, uno dei più bei giardini d’Italia, luogo di arte, di bellezza e di pace. Passeggiare  tra le statue, le fontane e le siepi del Giardino Garzoni potrebbe sembrare la giusta ciliegina sulla torta dopo aver visto le mille farfalle ma invece, il paesino di Collodi, ospita un’altra chicca per soddisfare anche chi preferisce altri svaghi che osservare animali: il Parco di Pinocchio. Non poteva mancare nella città d’origine dello scrittore di questa fiaba così amata in tutto il mondo un parco tematico dedicato al burattino di legno più famoso della storia in cui tra giochi per bambini, labirinti e statue, vere e proprie opere d’arte, si può rivivere tutti i momenti della storia di Pinocchio.
Autore: Ilaria Fedele, si occupa di comunicazione web, oltre a curare progetti legati all’educazione, alla didattica e alla promozione della Storia e del Territorio, anche attraverso la scrittura per diversi blog e testate online.